Stampa
Visite: 1236

impianti radianti pavimento caldaia riscaldamento

Impianti radianti a pavimento/parete. Il riscaldamento e raffrescamento a pavimento rappresenta il maggior progresso nella storia dell'impiantistica. I sistemi radianti sono infatti in grado di

coprire completamente il fabbisogno di calore di qualsiasi edificio offrendo allo stesso tempo un comfort ideale, un miglior sfruttamento dello spazio, salubrità e sicurezza degli ambienti, risparmio energetico e possibilità di raffrescare in estate con lo stesso impianto.

Un impianto di riscaldamento tradizionale a radiatori o con convettori ad aria funziona a temperature piuttosto elevate, con uno scambio termico di tipo convettivo prevalentemente localizzato in zone. Ciò provoca un benessere percepito piuttosto disomogeneo, consumi energetici elevati ed una movimentazione dell’aria e quindi delle polveri sottili.

NEGLI IMPIANTI A PARETE RADIANTE trasferimento del calore avviene principalmente per IRRAGGIAMENTO: sono infatti le ampie superfici delle pareti ad irraggiare persone e cose. Così facendo il benessere percepito dalle persone è, a parità di temperatura, di gran lunga superiore rispetto ad un impianto tradizionale (a radiatori o a termo/ventilconvettori) in quanto la superficie del corpo umano irraggiata dal riscaldamento a parete (verticale) è di molto superiore rispetto a quella riscaldata da un sistema tradizionale (a punti) o da sistemi a pavimento o a soffitto.

La temperatura inoltre assicurata da un sistema radiante a parete è costante e non caratterizzata dagli sbalzi tipici dei sistemi a convezione.

Le pareti radianti hanno anche una funzione raffrescante nei periodi caldi dell'anno, applicando infatti lo stesso principio del riscaldamento (nelle serpentine circola acqua a bassa temperatura) si sottrae calore all'ambiente e si ottiene il raffrescamento dello stesso.